La possibile notizia della chiusura delle scuole fino a fine anno scolastico a causa del COVID-19 potrebbe essere motivo di ansia, tristezza e incomprensione da parte dei più piccoli. Se prima infatti lo stop alle scuole era stato protratto fino allo scorso 3 aprile, ora quella che poteva sembrare una breve vacanza agli occhi di bambini e ragazzi inizia a diventare un periodo decisamente più lungo.

Per questo motivo e per superarlo al meglio è necessario organizzare il tempo quotidiano in maniera chiara ed efficace in modo da non lasciare spazio a paure o alla perdita di disciplina che caratterizza (o dovrebbe caratterizzare) normalmente questo periodo dell’anno. Creare una quotidianità sarà quindi fondamentale per scandire il tempo e contribuire così alla sensazione di un prima e di un dopo. Naturalmente, riuscire a dare vita a una nuova quotidianità è una perfetta occasione di crescita per i più piccoli (ma anche per i grandi). Ugualmente importante sarà essere pronti a dare risposte precise e rassicuranti alle domande che facilmente nasceranno nella mente dei bambini e creare un dialogo continuo con loro. I più piccoli fanno più fatica a identificare il pericolo in un virus “invisibile”, e considerare la scuola un luogo potenzialmente pericoloso potrebbe creare dubbi e paure precedentemente mai provate. Per i più grandi, invece, lo scenario complessivo è sicuramente più chiaro, ma vedere gli adulti di riferimento smarriti crea uno stato di allerta nuovo.

Ecco 10 semplici consigli da seguire per svegliarsi ogni lunedì mattina con il sorriso!

  1. Stabilire degli orari. Programmare l’inizio e la fine delle attività didattiche dal risveglio fino all’ora di dormire, capitalizzando la mattina, che è il momento della giornata in cui il cervello è più attivo. Prevedere dei momenti di pausa, ad esempio a metà mattinata.
  2. Vestirsi in abbigliamento diurno, lasciando tute o pigiama in camera da letto.
  3. Identificare uno spazio dedicato esclusivamente allo studio (e al lavoro).
  4. Rinforzare l’uso corretto della tecnologia, rendendo produttivi smartphone, tablet, computer ecc. per l’attività didattica e sociale.
  5. Evitare di tenere sempre accesa la televisione e/o la radio, ma selezionare, ogni giorno, cosa vedere (importante evitare che si tratti sempre di coronavirus).
  6. Sensibilizzare bambini e ragazzi sull’importanza delle norme igieniche degli ambienti e l’igiene personale (dal lavaggio delle mani, al lavaggio dei denti, alla doccia e/o bagno, al cambiare l’aria almeno 2 volte al giorno).
  7. Se si dispone di spazi all’aperto (terrazze, giardini, cortili) programmare un’ora al giorno di attività libera, nel rispetto del distanziamento sociale (non necessario tra conviventi non a rischio). In alternativa, insegnare a fare comunque attività motoria in casa, almeno 1 ora al giorno e, se possibile, a finestra aperta.
  8. Coinvolgere i bambini, in rapporto all’età, nelle attività domestiche (riordinare, farsi aiutare a sistemare la spesa, spiegando cosa si è acquistato, come e dove va riposto).
  9. Coltivare o iniziare un hobby (collezionare qualcosa, musica, arte, ecc.) e insegnare a cucinare, in rapporto all’età, e a mangiare (cosa, quanto, come).
  10. Raccontare e aprirsi al confronto e al dialogo tra ogni componente del nucleo familiare.

 

Qui di seguito una breve scheda giornata proposta dalla Società Italiana di Pediatria che può aiutare a scandire i momenti il ritmo.

  • Sveglia (come se si dovesse andare a scuola, come prima del coronavirus)
  • Bagno
  • Colazione (compreso apparecchiare e sparecchiare, mettere in ordine e lavaggio denti) Lavarsi sempre bene le mani prima e dopo
  • Igiene personale
  • Attività domestiche
  • Attività “scolastiche”
  • Contatto telefonico e/o video con amici e parenti (nonni, zii, cugini)
  • Pranzo (compreso apparecchiare e sparecchiare, mettere in ordine e lavaggio denti). Lavarsi sempre bene le mani prima e dopo
  • Attività libera (televisione, computer, lettura, giocare a carte)
  • Attività “scolastiche”
  • Merenda (compreso apparecchiare e sparecchiare, mettere in ordine e lavaggio denti). Lavarsi sempre bene le mani prima e dopo
  • Se possibile, attività all’aria aperta (terrazzo, cortile) o eventuale passeggiata vicino casa, nel rispetto del distanziamento sociale
  • Attività ludico/ricreativa (hobby)
  • Cena (compreso apparecchiare e sparecchiare la tavola, mettere in ordine e lavaggio denti). Lavarsi sempre bene le mani prima e dopo
  • Igiene personale
  • A letto – lettura e/o favola (come se si dovesse andare a scuola, come prima del coronavirus)